Constructor Simulator 2 recensione ita android

Recensione Construction Simulator 2 – Si ritorna a rastrallare!

I lavori non finiscono mai, come disse il divino architetto accingendosi a costruire il pianeta terra.

I lavori non finiscono mai, come disse il divino architetto accingendosi a costruire il pianeta terra. Dovessimo introdurre un gioco che tratta di edilizia, diremmo proprio così, esattamente come stiamo facendo. Astragon colpisce di nuovo nel 2017 con la nuova versione di Construction Simulator. Il gioco è disponibile per i dispositivi Android al prezzo di 4.99 euro e che vede più veicoli, più missioni, più oggetti rispetto alla precedente versione.

GENERE SVILUPPATORE COSTO
Arcade Astragon 4,99 €

Constructor Simulator 2 recensione ita android

Lo Stile 

Il titolo è abbastanza straight-forward nella sua presentazione e, senza indugiare troppo ci spinge, in un tutorial che ci fa pensare quanti titoli Tripla A – come Grand Theft Auto – siano di ispirazione agli sviluppatori. Infatti, il tutorial stesso ricorda la primissima missione di GTA. In questo Cloud Speed doveva rientrare nel rifugio in quel di Downtown. Allo stesso modo, il primo tutorial non fa altro che introdurci alle basi della conduzione del nostro primo mezzo a disposizione, un camion, che dovremo riportare alla nostra sede. Potrebbe per questo essere inserito tra “Le migliori alternative gratuite simili a GTA“, anche se lo stile differisce e il gioco non è a gratuito.

Neanche il tempo di iniziare ed è subito possibile rendersi conto del livello di realismo del simulatore. La capacità di poter essere multati per aver cozzato contro un’altra automobile, il rilevatore di autovelox, elementi che proiettano immediatamente nello stile del simulatore. Infatti, il sottoscritto non ha osato constatare cosa potesse succedere nel caso in cui si passasse un incrocio col rosso! Da quel momento in poi è possibile cominciare il gioco vero e proprio, dedito alla costruzione edile. Dalla sostituzione di condotti idraulici per un appartamento, al rastrellamento di terreni fertili, il passo è breve. Per certi versi quasi stupisce il tasso di realismo e gli effetti che il terreno subisce, una volta che i veicoli compiono il proprio dovere. Questi sono soltanto due dei sessanta tipi di lavori a disposizione, quasi tutti godibili e divertenti.

I VEICOLI

Uno dei maggiori punti di forza del titolo è rappresentato dal parco vetture a disposizione per poter effettuare tutti i lavori. Caterpillar, Liebherr, Palfinger, Bell, STILL e ATLAS sono tra i principali nomi che hanno prestato i loro automezzi alla realizzazione di questi modelli 3D, splendidamente realizzati e fedeli agli originali. La possibilità di poterli provare su strada prima di acquistarli definitivamente rende ancora una volta onore ad Astragon, con questa intuizione geniale. Aggiungendo alle caratteristiche dei veicoli, assolutamente fedeli alle originali, l’aspetto economico da non sottovalutare, la simulazione si completa da sola. Per completare alcune missioni, vi è la necessità di acquistare quel determinato veicolo, ai fini di poter migliorare la città e di poterla liberare dai problemi.

I controlli del gioco sono incentrati sulle due “fasi” che i veicoli possono avere. Ad esempio, una volta sistemata la scavatrice in un determinato cantiere, i controlli cambieranno. Al lato destro dello schermo controlleremo la direzione del corpo macchina, mentre al lato sinistro c’è il controllo del corpo meccanico dell’automezzo utilizzato. Questo consente di poter spostare i pezzi di ricambio, la terra scavata, ogni singola cosa che il gioco ci permette di fare quando si è impegnati in una missione, in maniera comoda e pensata per ricostruire le meccaniche dei mezzi in questione.

IL GAMEPLAY

Il titolo è stato provato su alcuni dispositivi: Huawei P9 Lite e Samsung Galaxy S5 Neo. Nessuno dei due dispositivi impressiona per prestazioni. Addirittura il Samsung Galaxy S5 Neo sembra faticare in alcuni tratti del gioco, specie in quelli più pesanti come ad esempio lo spostamento da A a B, in cui l’elevatissimo numero di dettagli del gioco fa abbassare il framerate in maniera drastica e decisamente sgradita.

A questo, si va a sommare il fatto che il gioco richiede una certa dedizione. In particolare, alcune task che potrebbero richiedere molto più tempo di quanto effettivamente valga la pena spenderne. Sversare delle pietre su un terreno richiede qualche secondo di troppo, e la cosa potrebbe fare storcere il naso al giocatore casuale in cerca di qualcosa di più immediato.

ANDROIDGAMER.IT LO CONSIGLIA?

Si 🙂

Conclusioni

Salvo per qualche piccolo difettuccio da riscontrare qua e là, la cura non esattamente maniacale dei modelli grafici non di rilievo del gioco, Construction Simulator 2 è un gioco che fa del realismo un ottimo passatempo e un divertimento, consigliato non solo ad architetti ed addetti alle costruzioni, ma a tutti. Unico appunto, se avete un cellulare o un tablet con una GPU mediocre, il titolo potrebbe essere un grande, interrotto, lavoro in corso. Marco Di Martino & Game Ever

Dispositivo utilizzato per la recensione: Samsung S5 Neo e Huawei P9 Lite

Categoria
Simulazione