alphadia head

Recensione Alphadia Genesis – Un RPG che miscela elementi grafici da due generazioni differenti

Dopo aver provato Symphony of Eternity pensavamo che Kemco volesse mantenere uno stile dedicato ai soli nostalgici degli RPG. Alphadia Genesis invece dimostra un graduale passaggio ai giochi “moderni”, con elementi che fanno parte...

Dopo aver provato Symphony of Eternity pensavamo che Kemco volesse mantenere uno stile dedicato ai soli nostalgici degli RPG. Alphadia Genesis invece dimostra un graduale passaggio ai giochi “moderni”, con elementi che fanno parte di una generazione molto differente da quella degli anni 80, se la saranno cavata con questa evoluzione?

GENERE SVILUPPATORE COSTO
Giochi di ruolo (RPG) Kemco 4,99 €

alphadia prima

GAMEPLAY – RPG CLASSICO

Il titolo esprime ancora una volta la “filosofia” dei titoli Kemco, esplorazione in 2D, con quintali di testi, aree da esplorare e combattimenti a turni però in 3D, anche se quest’ultimo non aggiunge elementi di gameplay. E’ possibile esplorare il mondo sia tramite tocchi sullo schermo, con movimenti del personaggio diretti e non intelligenti, infatti non eviterà automaticamente gli ostacoli, che un joypad virtuale, decisamente più comodo in molte situazioni.

I combattimenti sono casuali, ma prevedibili poiché i bordi dello schermo cambieranno dal verde al rosso man mano che il giocatore si avvicinerà ad un combattimento, permettendo eventuali cure appena prima di affrontare i nemici. L’avvento del 3D non ha modificato però le meccaniche poiché basterà semplicemente cliccare su un nemico dopo aver selezionato un attacco per effettuarla. Si tratta quindi solo di un elemento puramente estetico.

Ogni personaggio possiede le proprie abilità che utilizzano EP se utilizzate, purtroppo non è presente una personalizzazione delle statistiche o delle abilità. Questo non risulta necessariamente un punto negativo, poiché in questo modo è possibile concentrarsi sul gioco senza aver bisogno di perdere ore nella ricerca delle statistiche perfette.

STORIA – BUONA, MA CON GRAVI PROBLEMI DI GRAMMATICA

La storia ruota attorno a Fray, un membro della gilda di Archleign e Corone, cavaliere dell’armata di Ghalzabine. Quindici anni dopo la guerra dell’Energi, i regni di Archleign e Ghalzabine sono di nuovo coinvolti in un omicidio effettuato da un “Clone”, soggetti a cui sono stati vietati diritti di libertà o scelta.

Alphadia Genesis, proprio come tradizione Kemco, possiede una trama longeva e comprensibile lentamente man mano che si avanza nel gioco. Esiste però un grosso punto negativo a riguardo, il gioco è soltanto in inglese e la traduzione risulta davvero di scarsa qualità. Sono presenti moltissimi errori grammaticali che renderanno particolarmente ostica la lettura anche a chi mastica bene la lingua, davvero un peccato.

GRAFICA E SONORO – 2D DI BUONA QUALITA’ MA 3D MEDIOCRE

Alphadia Genesis presenta nelle mappe in 2D con degli sprite di ottima qualità, con molte animazioni anche a personaggi fermi e disegni durante i dialoghi, tuttavia la mappa del mondo non è altrettanto sorprendente rispetto quelle delle citttà e dei dungeon. La grafica 3D per i combattimenti è una gradita aggiunta che migliora l’esperienza di gioco dato che differenzia l’esplorazione dalla battaglia, ma non è particolarmente avanzata, attestandosi su un livello poco più che basilare per quanto riguarda animazioni ed effetti, anche se i modelli 3D sono buoni.

Dal punto di vista del sonoro non sono presenti particolari problemi, il titolo presenta una colonna sonora molto “tipica” per un RPG, con l’aggiunta di un doppiaggio in giapponese per i combattimenti e alcuni dialoghi, ma non tutti e non si capisce con quale criterio abbiano deciso di inserire delle voci su dei dialoghi piuttosto che su altri.

ANDROIDGAMER.IT LO CONSIGLIA?

Si 🙂

Conclusioni

Alphadia Genesis è un RPG old school che si basa sull'effetto nostalgia del giocatore. Combattimenti a turni, una storia "epica" (anche se con tratti tipicamente "anime" che potrebbero far storcere il naso a qualcuno) e miriadi di dungeon da affrontare potrebbero attrarre più di una persona.

Tuttavia c'è da precisare che il titolo è solo in lingua inglese e l'adattamento è di qualità piuttosto bassa per essere un gioco a pagamento. Anche se conoscete bene l'inglese vi ritroverete molto spesso a non capire cosa i personaggi stiano dicendo, tra molteplici e anche elementari errori di grammatica che fanno pensare persino ad una traduzione affidata ad un software piuttosto che ad un traduttore.

Alphadia Genesis è comunque un buon RPG mobile che permette di essere usufruito in ogni momento grazie al salvataggio libero, ma non è adatto a chi cerca la personalizzazione dei personaggi. Infatti, ognuno possiede delle statistiche che saliranno automaticamente e delle skill già assegnate che saranno acquisite ad un certo livello (un pò come succede su un qualsiasi gioco Pokémon). Viene quindi consigliato agli inguaribili fissati dei RPG classici che possiedono un ottima conoscenza dell'inglese e pronti a fare a botte con la traduzione, anche se un prezzo minore di 5€ (che comunque risulta scontato, dato che prima veniva venduto a 10€) sarebbe stato sicuramente più gradito.

Dispositivo utilizzato per la recensione: Huawei P8 Lite - Android 6.0

Categoria
Giochi di ruolo (RPG)