sara is missing

Recensione SIM – Sara is missing

Cosa fareste se trovaste il cellulare di una persona scomparsa?

Come vi comportereste se vi dovesse capitare di mettere le mani sul cellulare di una persona scomparsa? È la domanda di fronte alla quale vi mette SIM – Sara is missing, titolo mobile disponibile sul Google Play Store e sviluppato da Kaigan Games.

GENERE SVILUPPATORE COSTO
Simulazione Kaigan Games Gratuito

Sara-is-Missing

GAMEPLAY – UN’ESPERIENZA TOTALMENTE NUOVA

Il gioco trasforma il nostro device in quello di Sara, una ragazza scomparsa, e fin dalle prime battute ci mette in contatto con IRIS (anagramma della ben nota SIRI di casa Apple), assistente virtuale presente sul dispositivo. Con il suo aiuto ripristineremo poco a poco i dati presenti sul telefono, siano essi immagini, video, mail, messaggi, chiamate o quant’altro si possa trovare sul cellulare di una classica ragazza; nel tentativo di capire dove sia la legittima proprietaria del dispositivo o che fine abbia fatto.

STORIA – E VOI COSA FARESTE?

Indagando tra i meandri del dispositivo ci troveremo a leggere numerose conversazioni con persone più o meno vicine a Sara (tutto rigorosamente in lingua inglese), cercando più che possiamo di avvicinarci alla verità delle cose. La lettura di conversazioni e l’analisi di dati e personaggi è farcita qui e lì da contenuti multimediali e jumpscare (viene caldamente consigliato l’utilizzo delle cuffie per godere appieno della bellezza del titolo…). Il gioco vi porterà anche molto lontano dalla realtà di Sara, studentessa universitaria il cui telefono ci troveremo ad analizzare e avrà finali multipli, il che vi porterà a tenerlo sempre sul vostro cellulare alla ricerca di nuovi dettagli o storie.

GRAFICA E SONORO – UNA PERLA

Premettendo che la conoscenza della lingua inglese è requisito essenziale per apprezzare questo titolo mobile, il gioco è una perla. Dalle conversazioni agli audio, alla caretterizzazione dei personaggi alle possibilità di sviluppo della storia, tutto il modo in cui il titolo è strutturato lo rende assai godibile agli amanti dei thriller e appassionati del genere. Qualche jumpscare vi porterà a voler lanciare via il telefono, ma desistete e godetevi questa piccola perla disponibile gratuitamente.

ANDROIDGAMER.IT LO CONSIGLIA?

Si 🙂

Conclusioni

Sara is missing è sicuramente un titolo atipico, più unico che raro, e per questo consigliato da giocare. Il modo in cui il gioco è strutturato, il dover poco a poco scavare nella vita di una persona scomparsa solo grazie ai dati sul sul cellulare e all'aiuto dell'assistente virtuale di turno regala una esperienza di mobile gaming assolutamente appagante, condita qui e la da contenuti multimediali che aiutano a sviluppare l'atmosfera di gioco. Consigliato da giocare con le cuffie e a chi ha una buona base di inglese alle spalle.

Dispositivo utilizzato per la recensione: Nexus 5 - Android 6.0.1

Categoria
Simulazione